Seleziona una pagina

OnePlus ruba informazioni
ai clienti senza permesso?

Simone Scanu, Editor in chief
11 ottobre 2017

In un mondo dominato dalla paranoia per la propria privacy, molte aziende stanno cercando di essere il più trasparenti possibile al lancio di un nuovo prodotto. Purtroppo, nell’industria degli smartphone è difficile sfuggire ai backdoor e ad altri exploit che consentano ad un’azienda di raccogliere dati personali dai clienti.

Bene, nelle ultime ore sembra che OnePlus sia stato dichiarato colpevole di non tutelare la privacy dei consumatori. La cosa è veramente sconcertante, soprattutto perché non sarebbe la prima volta, dato che lo scorso anno un ricercatore di sicurezza scoprì che il suo OnePlus 2 inviava i propri dati ad un dominio HTTPS di proprietà di OnePlus senza il suo consenso.

Dopo aver analizzato i dati che il telefono inviava al dominio “open.oneplus.net”, ha appreso che contenevano informazioni sullo schermo, gli eventi di sblocco del dispositivo, riavvii anomali, numero di serie, IMEI, numeri di telefono, indirizzo MAC, prefissi IMSI , così come informazioni sulle reti wireless salvate (ESSID e BSSID).

Inoltre, il ricercatore scoprì che OxygenOS raccoglie anche informazioni sulle tempistiche in cui l’utente apre o chiude le applicazioni o i vari tasks. Apparentemente, le applicazioni accusate della raccolta e l’invio di tali dati al dominio personale di OnePlus sarebbero due: OnePlus Device Manager e OnePlus Device Manager Provider.

Anche se il ricercatore di sicurezza ha contattato OnePlus all’inizio di quest’anno, è stato portato avanti il ​​solito percorso di suggerimenti per la risoluzione dei problemi, dopo di che la comunicazione è stata completamente tagliata.

Più di recente, qualcun altro ha scoperto una soluzione alternativa che consente agli utenti di disattivare OnePlus Analytics senza dover eseguire il root del proprio dispositivo. Per disattivare l’applicazione in modo permanente basterà utilizzare il seguente comando adb: pm uninstall -k –user 0 pkg.

OnePlus deve ancora rispondere a queste affermazioni, ma il fatto che ha cercato di nascondere dal pubblico questa specifica questione della privacy potrebbe far arrabbiare molti utenti.

OnePlus 5T forse in arrivo a novembre con display da 18:9

 

 

Due parole sull’autore del post…

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

 

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.

 

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

 

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.