Seleziona una pagina

Recensione Fitbit Alta HR

Simone Scanu, Editor in chief

20 giugno 2017

Chiunque abbia utilizzato un Fitbit in passato sa cosa aspettarsi da Alta HR. In poche parole: si tratta di Fitbit Alta, ma con un sensore della frequenza cardiaca in aggiunta.

Questo significa che acquistandolo otterrete un ottimo dispositivo per il fitness e che seguirà i vostri progressi, la qualità del sonno e le attività di base in modo molto preciso grazie anche ad uno dei migliori ecosistemi ed un design comodo da indossare. Inoltre, per gli utenti casuali come me, questo è sicuramente un tracker ben fatto e degno della mia considerazione.

In termini di apparenza, questo dispositivo a malapena si discosta dal già visto Fitbit Alta: è un tracker molto sottile con un semplice schermo nero che richiede un tocco per attivarlo e scorrere tra i vari progressi. Questo è l’unico input che riconoscerà e devo dire che come nella versione precedente non è particolarmente sensibile. È poi anche possibile attivare lo schermo per visualizzare l’ora facendo il classico movimento del polso.

Il cinturino è stato aggiornato con un sistema di bloccaggio più convenzionale e meno complicato, il che è sicuramente un’aggiunta ben voluta. L’altra buona notizia è sempre possibile cambiare i cinturini per trovare quella che meglio si adatta al vostro stile personale.

L’Alta HR è comodo da indossare e non da assolutamente nell’occhio: è abbastanza visibile per dire “ho un fitness tracker” ma non abbastanza per attirare attenzioni indesiderate. La durata della batteria è come sempre ottima come ogni dispositivo Fitbit e riesce a sostenere fino a sette giorni di utilizzo, anche se poi non sono mai riuscito ad arrivare oltre i cinque.

Il dispositivo è per la maggior parte abbastanza accurato durante l’attività di monitoraggio e rivelerà automaticamente se si sta praticando corsa, sport, bicicletta, ecc, ma non vi è modo di avviare manualmente le attività. Essendo poi un tracker di livello entry-level, non è presente alcun modulo GPS e non è resistente all’acqua, quindi evitate di andare in piscina quando lo indossate.

L’algoritmo chiamato SmartTrack appare abbastanza impressionante e accurato e stavolta possiede il vantaggio di poter monitorare la frequenza cardiaca per una maggiore precisione, ma non in maniera infallibile. Tuttavia, questo plus fornisce una metrica aggiuntiva interessante per i vostri allenamenti ma risulta principalmente utile come modo per monitorare la frequenza cardiaca durante il giorno e per fornire un punteggio sulla frequenza cardiaca in stato di riposo. Infatti, il monitor garantisce agli utenti di poter sfruttare il nuovo e migliorato monitoraggio del sonno che ora si distingue in quattro fasi distinte: Awake, REM, Light e Deep.

A livello software ci sono alcune funzionalità smartwatch molto basilari: in particolare, è possibile ricevere notifiche sul polso come in molti altri tracker, tra cui chiamate, SMS e promemoria del calendario. Le notifiche sono limitate a poche applicazioni e i messaggi vengono troncati anche quando si sceglie la lunghezza massima dalle impostazioni e una volta scomparsi non c’è modo di rivederli.

Il grande vantaggio di utilizzare un dispositivo Fitbit è il software. L’applicazione Android rimane una delle più intuitive e utili per il fitness e possiede un’integrazione fantastica da una vasta gamma di altri servizi che vanno da Alexa a IFTTT.

Per concludere, come ho già detto, si tratta praticamente dello stesso Fitbit Alta standard con un monitor per la frequenza cardiaca e alcune nuove funzionalità di monitoraggio del sonno, dunque si tratta di una raffinatezza del prodotto già visto piuttosto che di una vera e propria innovazione.

Tuttavia lo consiglio davvero tanto: un dispositivo Fitbit si paga un po’ di più rispetto ad altri prodotti simili di altri produttori, ma in cambio si ottiene un marchio affidabile con un ecosistema fiorente. Inoltre è comodo da indossare, fa molto bene il suo lavoro e possiede una quantità enorme di funzioni per la salute di base e per il monitoraggio delle attività fisiche.