Fitbit è ormai probabilmente il marchio più popolare tra gli indossabili dedicati al fitness sul mercato. Nonostante le varie critiche nei riguardi dell’azienda per la totale mancanza di eleganza dei suoi prodotti, Fitbit risponde con Alta.

L’azienda infatti ha dato vita a delle partnership con vari produttori di cinturini per risolvere questo problema e si ispira agli accessori di fascia alta come l’Apple Watch per rendere Alta più elegante agli occhi dei clienti, soprattutto quelli di genere femminile, anche se Alta rimane comunque un dispositivo molto valido anche per gli uomini che sono alla ricerca di un prodotto per il fitness molto semplice.

Fitbit è ormai probabilmente il marchio più popolare tra gli indossabili dedicati al fitness sul mercato. Nonostante le varie critiche nei riguardi dell’azienda per la totale mancanza di eleganza dei suoi prodotti, Fitbit risponde con Alta. L’azienda infatti ha dato vita a delle partnership con vari produttori di cinturini per risolvere questo problema e si ispira agli accessori di fascia alta come l’Apple Watch per rendere Alta più elegante agli occhi dei clienti, soprattutto quelli di genere femminile, anche se Alta rimane comunque un dispositivo molto valido anche per gli uomini che sono alla ricerca di un prodotto per il…

Pagella di EsperienzaMobile

Design - 8
Prestazioni - 7.5
Software - 8
Batteria - 9
Qualità/prezzo - 7

7.9

Totale

Questo dispositivo assomiglia molto a tutti gli altri fitness tracker: presenta un piccolo schermo OLED con risoluzione 128 x 36 pixel da 1.4 pollici che si trova nel mezzo di un cinturino con sgancio rapido.

Il cinturino è facilmente rimovibile e sostituibile con lo stesso concetto del Fitbit Blaze, una cosa che sicuramente attirerà ancor di più i clienti, dato che i cinturini originali base costano circa 19 euro. In seguito ci sono anche i modelli Luxe da 49 euro oppure quelli in acciaio inossidabile da 80 euro circa.

Leggi anche: Recensione Fitbit Blaze

I cinturini di Alta sono disponibili in tre diverse lunghezze per adattarsi ad ogni genere di polso e misura 15mm di larghezza.

Proprio come ogni fitness tracker che si rispetti, Fitbit Alta traccia in tempo reale tutti i vostri passi, la distanza percorsa, il tempo attivo e le calorie bruciate utilizzando un accelerometro a tre assi. Inoltre, tiene anche traccia del sonno e ci dà informazioni molto utili su come abbiamo dormito.

Dal polso è possibile controllare i propri progressi toccando lo schermo, anche se l’ho trovato abbastanza frustrante dato che non è molto reattivo e, a volte, ha bisogno di un paio di colpetti per andare a segno. Tuttavia, devo dire che il rilevamento del movimento del polso funziona molto bene.

Per personalizzare il display è possibile scegliere tra cinque facce verticali e altrettante orizzontali. Sicuramente quelle verticali hanno più senso e risultano decisamente più facili da leggere.

Piccola cosa mancante degna di nota, non sono presenti moduli importanti come il GPS o un sensore per il monitoraggio della frequenza cardiaca, tuttavia il resto dei sensori funziona molto bene, il calcolo dei passi è abbastanza accurato e il sonno viene monitorato decisamente bene in più occasioni.

Una cosa che si poteva implementare via software è la modalità notturna in modo che il display non si debba accendere quando ruotiamo il polso di notte. Il disagio è dato dal fatto che il display si accende per esempio quando ci rigiriamo nel letto.

Per chi già utilizza un dispositivo Fitbit, l’applicazione per Alta è molto familiare dal momento che è fondamentalmente la stessa interfaccia.

Fitbit ha saputo creare un ottimo ecosistema, pieno di sfide sociali con medaglie da guadagnare e obiettivi da raggiungere. È inoltre possibile inserire il cibo e l’acqua che abbiamo introdotto durante la giornata e potrete tenere traccia delle vostre perdite di peso.

Complessivamente, l’app di Fitbit è uno dei punti di forza dell’azienda. È facile e chiara da usare e offre dati sufficienti nell’immediato utilizzo.

Per quanto riguarda la durata della batteria, Fitbit dichiara che Alta dovrebbe durare circa cinque giorni a seconda dell’uso e devo dire che ha pienamente ragione, dato che l’ho utilizzato per circa 6 giorni consecutivi senza mai ricaricarlo. Il dispositivo è stato rimosso dal polso soltanto per fare la doccia, anche perché non è assolutamente waterproof ma resiste solo agli schizzi d’acqua, al sudore e alla pioggia, niente di più.

Il caricabatterie è stato creato ad-hoc dall’azienda stessa ed è decisamente diverso dagli altri caricatori Fitbit. Si tratta di una specie di molletta con un cavo USB standard al quale il Fitbit Alta rimane saldo e ancorato ai pin di ricarica. Un sistema sicuramente più sicuro rispetto ad altri caricatori di tipo magnetico.

Acquista Fitbit Alta su Amazon

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica. Editor, recensore e youtuber.