Seleziona una pagina

Motorola ha sempre ricevuto un successo immenso grazie alla serie Moto G, tant’è che si tratta dello smartphone più venduto della casa alata. Fin dalla sua nascita, ha infatti rivoluzionato la categoria medio gamma dimostrando che le parole “ottimo smartphone” e “prezzo basso” possono essere utilizzate insieme.

Oggi però, la concorrenza anche in questa fascia di mercato è sempre più intensa, così Lenovo ha deciso di rispondere con i suoi nuovi Moto G: Moto G5 e Moto G5 Plus. In questo caso abbiamo a che fare con il secondo dei due, e dopo averlo spremuto a fondo per qualche giorno siamo pronti a consegnarvi la nostra recensione.

Il Moto G5 Plus è caratterizzato da un design completamente nuovo: posteriore rivestito completamente in metallo e cornici in plastica. Si tratta sicuramente di un aggiornamento rispetto all’utilizzo di sola plastica dei suoi predecessori, il che lo rende un dispositivo dal look decisamente più premium. Non è sicuramente un dispositivo ingombrante e si utilizza abbastanza bene ad una mano oltre al fatto che possiede una qualità di costruzione abbastanza buona per il prezzo a cui viene proposto.

 

Il Moto G5 Plus è dotato di un display LCD da 5,2 pollici IPS con risoluzione Full HD, abbastanza luminoso per una comoda lettura all’aperto e sotto i raggi del sole. A livello di qualità non possiamo di certo paragonarlo ad un AMOLED Quad HD, ma possiamo assicurare che questo display è davvero molto buono e i colori sono calibrati in maniera davvero corretta.

Sotto il cofano troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 625, supportato dalla GPU Adreno 506 e 3 GB di RAM. Questo pacchetto di componenti non è certo sufficiente a totalizzare un nuovo record sui benchmark, ma vi assicuriamo che quando si parla di utilizzo quotidiano tutto si comporta in modo rapido e scattante. Abbiamo provato diversi giochi, tra titoli pesanti e non, insieme ad un multitasking ricco di app aperte in background, e il Moto G5 Plus non ha praticamente mai dato segni di impuntamento.

Inoltre, è dotato di 32GB di memoria interna di espansione tramite schede microSD fino a 256GB. Il dispositivo è poi dotato di una porta microUSB anziché di una porta USB Type-C, una scelta fatta sicuramente per ridurre i costi, ma poco male.

 

A livello audio, Moto G5 Plus utilizza la solita combo “speaker/capsula auricolare”, il quale offre una qualità nella media del suono nella media e l’unico vero lato positivo è il fatto che si trova sulla parte anteriore. Sotto il display troviamo poi un sensore di impronte digitali davvero molto veloce e preciso che può essere utilizzato sia per sbloccare il dispositivo ma anche per metterlo in stand-by. La cosa interessante di questo sensore è che è anche possibile utilizzarlo per navigare nei menu, sostituendo quindi i tasti a schermo: swipe verso sinistra e si torna indietro, verso l’alto e si va al multitasking, toccandolo velocemente si torna alla home e, infine, una lunga pressione avvierà Google Now.

Il Moto G5 Plus è dotato di una batteria da 3,000 mAh, sicuramente una buona dimensione per un dispositivo come questo che agisce in combinazione con l’efficacia dello Snapdragon 625, che rende la durata della batteria abbastanza impressionante. Anche con un uso intenso, il Moto G5 Plus è riuscito a durare per tutta l’intera giornata con quasi sei ore di schermo attivo. Inutile dire che con un utilizzo più soft abbiamo finito la giornata con circa il 30% di batteria residuo. Oltre a questo, gode anche della funzionalità di ricarica rapida.

Sulla parte posteriore troviamo una fotocamera da 12 MP con apertura f/1. 7 e 1,4 micron pixel, dunque almeno sulla carta è davvero buona. Purtroppo, la qualità delle foto è solo nella media e gli scatti al buio sono il vero punto debole con pochissimi dettagli e molte sovraesposizioni. I risultati migliori si ottengono con ottime condizioni di luce dove si riescono a scattare belle foto ma, detto questo, non è certo una fotocamera che può competere con quelle dei top di gamma.

Sul lato software, il Moto G5 Plus esegue Android 7.0 Nougat preinstallato. Proprio come i precedenti smartphone Motorola, ciò che troviamo al suo interno è un’esperienza Android stock ma con quelle poche e utili aggiunte di Motorola, come l’Ambient Display e le varie Moto Actions. Il launcher è stato aggiornato e rispecchia parecchio quello dei Google Pixel con possibilità di aprire l’app drawer con uno swipe verso l’alto.

Il Moto G5 Plus viene venduto ad un prezzo di listino di 299 euro, abbastanza standard ed in linea con i suoi predecessori e competitor, ma è possibile trovarlo su Amazon a prezzi ben più accessibili.

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica. Editor, recensore e youtuber.