Seleziona una pagina

Un tecnico del settore sostiene che il nuovo pannello in test da parte di Samsung provoca problemi di squilibrio di luminosità nell’area contenente lo scanner di impronte digitali, la quale risulta notevolmente più luminosa del resto del display.

Questo potrebbe essere il motivo (o uno dei motivi) per cui Samsung ha per ora rinunciato al sensore ottico di impronte digitali incorporato nello schermo di Galaxy S8 e, probabilmente, anche di Galaxy Note 8. Le ultime voci affermano che tale tecnologia non sarà pronta per la produzione di massa fino all’inizio del prossimo anno, forse in tempo per il rilascio del prossimo Galaxy di punta.

A causa della sperimentazione tecnologica e delle elaborate misure di sicurezza che Samsung deve affrontare per non ripetere seri problemi già visti, Note 8 potrebbe addirittura essere annunciato più tardi del solito, quindi verso settembre alla conferenza IFA 2017 di Berlino piuttosto che ad agosto.

Oltre a ciò, il diretto competitor, Apple, ha già preso grande entusiasmo con il prossimo iPhone 8, il quale presenta importanti cambiamenti di design e funzionalità. Galaxy Note 8 avrà invece probabilmente una forte somiglianza con Galaxy S8 e dovrebbe arrivare pochi giorni prima del nuovo iPhone.

Secondo la nostra opinione, sarebbe meglio che Samsung si prendesse il suo tempo per riuscire a lanciare un phablet più vicino alla perfezione.

 

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica. Editor, recensore e youtuber.