Seleziona una pagina

Evento Google 4 ottobre
tutte le novità in un post

Simone Scanu, Editor in chief

5 ottobre 2017

Ieri sera, Google ha presentato un gran numero di nuovi prodotti al suo evento svoltosi in California, ma non tutti hanno avuto il tempo per potersi sedere sulla poltrona a guardare ben due ore di presentazione. Ma per fortuna ci siamo qua noi ad aiutarvi!

Pixel 2 e Pixel 2 XL

 

L’annuncio più importante è stata l’introduzione di Pixel 2 e Pixel 2 XL. Questi dispositivi sostituiscono la linea di Pixel dello scorso anno offrendo alcuni aggiornamenti sia in termini di hardware, estetica e software. Entrambi i dispositivi sono alimentati dal chipset Snapdragon 835, SoC di punta che alimenta molti dei dispositivi flagship del 2017, accoppiati con 4 GB di RAM e 64 GB o 128 GB di memoria interna non espandibile.

 

Entrambi i dispositivi sono anche dotati degli stessi sensori fotocamera (sia sul fronte fronte che sul retro), rendendo un’esperienza unificata indipendentemente da quale dispositivo si deciderà di acquistare. Il sensore frontale è da 8MP con apertura f/2.4, mentre il sensore posteriore è da 12MP con apertura f/1.8 accoppiato da un doppio flash LED, OIS e EIS integrato.

 

 

Google annuncia Pixel 2 e Pixel 2 XL

 

 

 

 

 

Parlando della fotocamera posteriore, questi dispositivi sono stati classificati come i migliori in ambito fotografico e hanno ottenuto la massima classificazione mai ottenuta da DxOMark che dà a questa fotocamera una valutazione di 98, ancora una volta il più alto mai realizzato, superiore persino ad iPhone 8 Plus e Samsung Galaxy Note 8.

 

 

 

Pixel Buds

 

Le varie voci sull’assenza di un jack per le cuffie sui nuovi Pixel sono ormai state confermate: Google ha deciso di escluderlo in favore di una coppia di altoparlanti stereo e di un probabile acquisto dei nuovi Pixel Buds. Si tratta di un paio di cuffie Bluetooth in risposta alle AirPod di Apple.

 

Peccato che non si tratta di un prodototto completamente wireless, in quanto vi è comunque un cavo che collega le due auricolari. Tuttavia, parlando di funzionalità ci potremo anche scordare della presenza del cavo: durante l’annuncio, Google ha mostrato alcune capacità di traduzione instantanea che consentirebbe di avere una conversazione fluente con chiunque parli una lingua completamente diversa. Questa traduzione viene realizzata in tempo reale e renderà la vita di chi viaggia molto più facile.

 

Tramite l’auricolare destro è possibile svolgere dei gesti che consentono di attivare Google Assistant o controllare la musica in ascolto. Per quanto riguarda la durata della batteria, Google sostiene che queste cuffie riescono ad offire fino a 5 ore di utilizzo.

 

Infine, un’altra caratteristica è il “Fast Pair” che accoppia automaticamente le auricolari con qualsiasi dispositivo Android (da Nougat in poi). Questo tipo di tecnologia è già conosciuta (vedi gli AirPod di Apple), ma questa è la prima volta che si vede qualcosa di simile su Android.

 

Parlando di prezzi, i Pixel Buds sono proposti ad un prezzo di $ 159 e saranno disponibili in tre colorazioni – Kinda Blue, Just Black e Clear White. Le spedizioni partiranno dal mese di novembre.

 

 

Daydream View

 

Dopo che Google ha terminato di mostrare i suoi nuovi telefoni, la società ha cambiato completamente argomento per dare spazio alla realtà virtuale. Già lo scorso anno abbiamo sentito parlare del Daydream View VR e, anche quest’anno, il dispositivo è stato riproposto in una versione aggiornata.

 

Il design è stato leggermente migliorato, inclusi i nuovi obiettivi per un miglior campo visivo durante l’utilizzo, nonché un dissipatore di calore incorporato che consente di evitare il surriscaldamento del telefono durante l’esperienza VR. Presente anche una nuova cinghia che può attraversare la parte superiore della testa per rendere le cose più comode quando lo si utilizza per lunghi periodi di tempo.

 

La nuova versione del Google Daydream View è valutata $ 99 ed è compatibile con qualsiasi dispositivo Daydream Ready, incluso il Samsung Galaxy Note 8 recentemente annunciato.

 

 

Google Home Mini

 

Ma passiamo ai nuovi Google Home: Google Home Mini è stato il primo ad essere annunciato, anche se grazie a diversi leaks sapevamo già di cosa si trattava, compreso il prezzo, il design e altro ancora.

 

Con un prezzo fissato a $ 50, è chiaro che Google non vuole dare tregua ad Amazon. Google Home Mini dispone di 4 LED in cima ad esso ed è ricoperto da un tessuto al quanto scomodo che si sporca o si riempie di polvere molto facilmente.

 

Indipendentemente da questo, il piano è riuscire ad inserire Google Assistant in ogni camera della vostra casa per rendere la vostra vita più semplice grazie ai servizi Google.

 

 

Google Home Max

 

Dal budget ristretto, passiamo a quello più altospendente: Google Home Max è il diretto concorrente di Apple HomePod, annunciato al WWDC 2017. Il prezzo è stato fissato a 399 (contro i $ 349 dell’HomePod).

 

Google Home Max è dotato di due woofer da 4,5 pollici e diversi microfoni a lungo raggio che renderanno più semplice entrare in contatto con Google Assistant, persino se si riproduce musica. Inoltre, Home Max dispone di una tecnologia “Smart Sound” che consente all’altoparlante di adattarsi automaticamente alla propria posizione, fornendo la migliore esperienza musicale indipendentemente dalla situazione.

 

Google Home Max arriverà a dicembre e Google regalerà agli acquirenti 12 mesi di YouTube Red.

 

 

Pixelbook

 

Un annuncio non del tutto eccitante è stato rappresentato dal nuov Google Pixelbook, il successore del noto Chromebook Pixel, rilasciato nel 2015 e mai stato aggiornato.

 

Questo nuovo Chromebook è dotato di un design in stile Pixel phone, completo di una finestra di vetro lungo la parte superiore della cover posteriore e tutto il resto in alluminio, compresa la tastiera. A partire da Pixelbook, Google Assistant farà il suo debutto anche su Chrome OS.

 

Per ulteriori $ 99 sarà poi possibile acquistare la Pixelbook Pen powered by Wacom che possiede 2,000 livelli di sensibilità alla pressione e un tempo di risposta di soli 10 ms.

 

Il Pixelbook viene proposto ad un prezzo di partenza di $ 999 per il modello base, alimentato dal processore Intel Core i5, 8 GB di RAM e un SSD da 128 GB. Se si desidera più memoria, è possibile spendere $ 200 ulteriori per il modello da 256 GB. Tuttavia, vi è anche un’opzione ultra-potente dotata di 16 GB RAM, un disco rigido NVMe da 512 GB e un processore Intel Core i7, che farà salire l’asticella del prezzo a $ 1,649.

Pixelbook verrà lanciato negli USA il 31 ottobre.

 

 

Google Clips

 

L’ultimo prodotto annunciato è Google Clips, una fotocamera intelligente guidata dall’intelligienza artificiale che cattura automaticamente foto e video. Questo prodotto è sicuramente orientato verso i genitori o proprietari di animali domestici, in quanto la fotocamera cattura automaticamente i momenti senza dover utilizzare lo smartphone o premere qualsiasi pulsante.

 

Purtroppo, i video catturati non emetteranno alcun suono dato che Google ha escluso la presenza del microfono, probabilmente per evitare intercettazioni o situazioni scomode. In pratica, bisogna solo preoccuparsi di posizionare Google Clips dove si vuole e lasciare che la potente intelligienza artificiale faccia il suo lavoro.

 

Google Clips ha un prezzo di $ 249 e sarà acquistabile tramite Google Store, anche se è stata menzionata una data di rilascio specifica.

 

 

 

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.