Seleziona una pagina

Google annuncia
Pixel 2 e Pixel 2 XL

Simone Scanu, Editor in chief

4 ottobre 2017

L’attesa è finita! Google ha ufficialmente presentato Pixel 2 e Pixel 2 XL. Questi dispositivi rappresentano i veri e propri prodotti di bandiera del gigante della ricerca fino al prossimo anno, dunque andiamo a dare un’occhiata a ciò che ognuno di questi essi riesce ad offire.

Pixel 2

Partiamo da Pixel 2, il più piccolo dei due: dispone di un display FHD da 4,97 pollici e un rapporto di formato standard, quindi 16:9. Sotto il cofano troviamo il chipset Qualcomm Snapdragon 835 insieme a 4 GB di RAM e una memoria interna di 64 GB, anche se Google fornirà in seguito un’opzione da 128 GB per coloro che ne avranno bisogno.

All’interno troviamo Android 8.0 Oreo preinstallato con il nuovo Pixel Launcher. Questo dispositivo costruito da HTC è dotato di altoparlanti stereo, un plus che ha purtroppo estromesso il jack audio da 3,5 mm. Fortunatamente, Google fornirà all’interno della scatola di vendita un dongle USB-C che permetterà l’utilizzo di cuffie standard.

Specifiche tecniche

  • Schermo da 4,97 pollici (1920 × 1080)
  • Qualcomm Snapdragon 835
  • 4GB di RAM
  • Memoria 64GB / 128GB
  • Fotocamera frontale da 8MP
  • Fotocamera posteriore da 12MP
  • Batteria da 2,700mAH
  • Bluetooth 5.0
  • Resistenza all’acqua IP67

Spostandoci sul retro, troviamo una fotocamera a sensore singolo da 12MP, notevolmente migliorata rispetto a quello dell’anno scorso. Questa volta, Google ha puntato tutto sull’ottimizzazione software per offrire scatti migliori in condizioni di scarsa luminosità. Proseguendo, troviamo poi un doppio flash LED, i sensori per la messa a fuoco e uno scanner per le impronte digitali.

Pixel 2 XL

Per quanto riguarda il più grande dei due, dunque Pixel 2 XL, in questo dispositivo creato in collaborazione con LG troviamo un display P-OLED da 6 pollici con una risoluzione di 2880 × 1440 e un rapporto 2:1. Gran parte dell’hardware è identico al fratello più piccolo, quindi anche questo è equipaggiato con il SoC Snapdragon 835, 4 GB di RAM e 64 GB o 128 GB di memoria interna.

Il grande cambiamento è dovuto al nuovo display, una novità che rende questo dispositivo più in linea con la concorrenza (Galaxy S8, LG G6, Essential Phone, ecc). Non bisogna più preoccuparsi di cornici enormi, in quanto quelle superiore e inferiore sono molto sottili, ma non così tanto da non poterci installare degli altoparlanti stereo, una mossa che ha sorpreso alcuni.

Specifiche tecniche

  • Display da 6 pollici (2880 × 1440)
  • Qualcomm Snapdragon 835
  • 4GB di RAM
  • Memoria 64GB / 128GB
  • Fotocamera frontale da 8MP
  • Fotocamera posteriore da 12MP
  • Batteria da 3,520mAh
  • Bluetooth 5.0
  • Resistenza all’acqua IP67

Passando alla parte posteriore del dispositivo, anche qui troviamo un singolo sensore da 12 megapixel che però dispone della tecnologia “Visual Core” Pixel che migliora notevolmente l’elaborazione delle immagini. Il tutto funziona in combinazione con il processore Snapdragon di Qualcomm.

In questo nuovo design, il sensore della fotocamera è posizionato sull’estrema sinistra del dispositivo, lasciando i vari sensori e il doppio flash LED posizioanati sulla sua destra. Lo stesso telaio posteriore ridisegnato per il fratello più piccolo è stato introdotto anche su Pixel 2 XL. Anche qui troviamo una “finestra” di vetro più piccola e lo scanner per le impronte digitali si trova appena al di sotto.

La batteria stavolta è leggermente più grande del modello precedente: si tratta di una 3,520mAh, contro i 3,450mAh dell’anno scorso. Con questo speriamo di poter ottenere una migliore autonomia nel lungo periodo!

Ah, quasi dimenticavo: entrambi i dispositivi potranno usufruire della funzione Active Edge che vi permetterà di interagire rapidamente con Google Assistant “spremendo” il vostro Pixel 2 o Pixel 2 XL proprio come già visto su HTC U11.

 

Riguardo l’autore del post…

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin dall’età di sei anni appassionato di musica, tecnologia, internet ed informatica.