Seleziona una pagina

Google assume
l’ingegnere dei chipset Apple

Simone Scanu, Editor in chief

26 Dicembre 2017

Il passaggio di Google dalla linea Nexus all’attuale linea Pixel è stato un grande cambiamento per l’azienda. Tuttavia, potrebbero arrivare grandi cambiamenti dato che Manu Gulati, colui che ha lavorato come micro-architetto presso Apple, responsabile dello sviluppo dei chipset della società, ha appena annunciato il suo passaggio a Google.

Come viene riportato da Variety, Gulati ha annunciato la notizia sul suo profilo LinkedIn, approfittando di alcune posizioni aperte dalla stessa Google.

Gulati è stato una parte fondamentale degli sforzi di Apple nel creare chipset personalizzati per i suoi iPhone e iPad. La società ha iniziato a utilizzare chip personalizzati dal 2010 sul primo iPad e su iPhone 4, entrambi alimentati dal famoso A4. Da allora, i chip personalizzati di Apple si sono fatti strada all’interno di Apple Watch, iPod Touch, Apple TV e persino nelle AirPods.

In confronto, che si tratti di un dispositivo Nexus o Pixel, Google ha sempre fatto affidamento su Qualcomm per le sue esigenze. La cosa ha senso, visto come Qualcomm è il più grande produttore di chip per dispositivi Android già da tempo. Ma ormai, se Google vuole davvero che i suoi smartphone competano con iPhone, allora dovrà anche competere a livello di chipset.

Naturalmente, ci sono altri vantaggi nel progettare i propri chip: le migliorie arriveranno in vari campi, tra cui la navigazione web o attività più impegnative, come la realtà virtuale o l’apprendimento automatico. C’è da considerare che Google si è già impegnata a creare i propri chip: ricordiamo che Pixel 2 e Pixel 2 XL possiedono il Pixel Visual Core, un processore di immagini che è stato attivato con l’aggiornamento ad Android 8.1 Oreo.

 

Due parole sull’autore del post…

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin da giovanissimo, appassionato di tecnologia e dell’ancora primordiale mondo di Internet, ho sviluppato una vera e propria passione per tutto ciò che riguardasse l’informatica.

Negli ultimi anni ho esplorato le logiche dell’alta tecnologia applicata alla Comunicazione, sviluppando un mio Sistema di gestione e strutturazione dei Media in ambito Business.

Gran parte del mio Metodo è stato strutturato grazie al Sistema di Marketing Strutturale di Rialzo Impresa, potendo così concepire un nuovo modo di eseguire il mio lavoro e l’efficacia verso gli Strumenti implementati nei Media dei miei Clienti.

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin da giovanissimo, appassionato di tecnologia e dell’ancora primordiale mondo di Internet, ho sviluppato una vera e propria passione per tutto ciò che riguardasse l’informatica.

Negli ultimi anni ho esplorato le logiche dell’alta tecnologia applicata alla Comunicazione, sviluppando un mio Sistema di gestione e strutturazione dei Media in ambito Business.

Gran parte del mio Metodo è stato strutturato grazie al Sistema di Marketing Strutturale di Rialzo Impresa, potendo così concepire un nuovo modo di eseguire il mio lavoro e l’efficacia verso gli Strumenti implementati nei Media dei miei Clienti.