Seleziona una pagina

Recensione
Nokia 6

Simone Scanu, Editor in chief

15 febbraio 2018

Nokia ha annunciato il suo ritorno nel settore smartphone all’inizio del 2017, ma invece di produrre direttamente i propri telefoni, ha concesso il proprio nome in esclusiva a HMD Global, una società finlandese composta da ex membri del personale Nokia. HMD Global si prenderà cura del design affidando poi la produzione a Foxconn.

Con la nuova partnership, HMD Global ha lanciato tre dispositivi destinati al segmento budget-phone: Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6. Oggi parleremo proprio di quest’ultimo, il quale riesce ad offrire le migliori prestazioni nella sua fascia di prezzo.

7.1
Punteggio
Nokia 6
Nonostante possa presentare molti lati positivi (primo fra tutti i frequenti aggiornamenti), la presenza dello Snapdragon 430 è una delusione non da poco.
PRO
Design e qualità costruttiva
Display
Aggiornamenti frequenti
CONTRO
Processore non all'altezza
Fotocamera lenta
Lag e tentennamenti
ACQUISTALO SU

La decisione di HMD Global di concentrarsi su questa fascia di mercato non è poi così sbagliata. Ricordate l’entry-level Lumia 520? Questo dispositivo ha dominato le classifiche di vendita di Nokia per diversi anni e l’attenzione della società verso mercati emergenti come Cina e India gli ha permesso di costruire una base di utenti fedeli in entrambi i paesi. Questo costituisce il giusto target di riferimento per Nokia 6: i clienti Windows Phone hanno chiesto a gran voce un dispositivo con il design distintivo di Nokia ma con Android abordo, e Nokia 6 ha mantenuto la promessa fatta, anche se purtroppo non è privo di alcuni inconvenienti.

Nokia 6 – Design e Hardware

Nokia possiede una storia leggendaria alle sue spalle quando si tratta di design, e Nokia 6 tiene alta questa tradizione. Il design unibody in alluminio combinato con i bordi smussati fanno di questo uno dei telefoni più belli della sua fascia di mercato. Le bande dell’antenna sono discrete e ben nascoste nella parte superiore e inferiore del telefono, soprattutto nella variante nera.

Il linguaggio di progettazione generale è quello classico di Nokia e la qualità costruttiva è comparabile ai migliori dispositivi Android presenti in circolazione. Detto questo, il telefono possiede purtroppo enormi cornici in alto e in basso che lo rendono più alto e largo della maggior parte dei competitor. Il Redmi Note 4 di Xiaomi, ad esempio, possiede anch’esso uno schermo da 5,5 pollici, ma non è alto come Nokia 6.

Le dimensioni complessive, combinate con la parte posteriore piatta rendono scomodo l’utilizzo con una sola mano. Il pulsante di accensione e il bilanciere del volume si trovano nella cornice destra e non sono esattamente facili da premere.

Per fortuna, il Nokia 6 possiede un jack da 3,5 mm nella parte superiore, ma allo stesso tempo, non ci esaltiamo per la scelta di utilizzare una porta Micro-USB in fondo. Nella parte posteriore troviamo poi la fotocamera principale che ricorda molto i vecchi Lumia, così come il logo Nokia posto al centro. Purtroppo però, il sensore della fotocamera sporge leggermente dal corpo, facendo oscillare il telefono quando lo si utilizza appoggiato su una superficie.

Sulla parte frontale, Nokia 6 è dotato di tasti di navigazione capacitivi più un pulsante home nel mezzo che incorpora un sensore di impronte digitali. C’è da dire che l’area della superficie inferiore è piuttosto limitata: avanza un sacco di spazio e HMD avrebbe potuto fare un lavoro migliore inserendo un pulsante home più grande. Detto questo, il sensore è abbastanza veloce e non crea alcun problema a patto che la calibrazione sia stata effettuata in modo corretto.

Parlando del display, il pannello LCD da 5,5 pollici di questo Nokia 6 è uno dei migliori della categoria. La leggibilità sotto la luce diretta del sole è eccellente e non ho avuto alcun tipo di problema all’aperto. Purtroppo non si ha possibilità di regolare la temperatura del colore, ma l’impostazione predefinita è comunque molto buona per la maggior parte degli utenti.

Cosa non da poco, sono presenti ben due altoparlanti grazie alla capsula auricolare che funge da speaker secondario. Questo migliora sicuramente l’esperienza quando si guardano i video, anche se il suono non è così forte come ci si potrebbe aspettare.

Le cose peggiorano quando arriviamo andiamo a parlare delle performance: lo Snapdragon 430 di Qualcomm è un chipset molto capace, ma non svolge poi un grande lavoro. Di sicuro, Nokia 6 sarebbe stato un dispositivo molto più competitivo se a bordo trovassimo lo Snapdragon 625. Allo stato attuale, infatti, si notano un sacco di lag e tentennamenti durante l’uso quotidiano, anche durante i task più banali come navigare nell’interfaccia utente e o sul web. Tuttavia, a bordo troviamo anche 3 GB di RAM e 32 GB di storage, inclusoe uno slot microSD per espandere la memoria.

Per quanto riguarda la durata della batteria, i 3000 mAh riescono a fornire circa un giorno di utilizzo e quasi quattro ore di schermo attivo. Non un risultato eccezionale!

Nokia 6 – Software

Tutti i dispositivi Nokia sono da tempo (e finalmente) dotati di Android in versione stock con una leggera personalizzazione da parte dell’azienda. Purtroppo, all’interno del software troviamo un piccolo bloatware, tipo l’app di Amazon e Kindle grazie alle quali è possibile accedere ad Amazon durante la configurazione iniziale del dispositivo.

Per quanto riguarda l’interfaccia, Nokia 6 presenta un launcher in stile Google Pixel che consente di scorrere verso l’alto dalla parte inferiore dello schermo per accedere all’app drawer. La barra delle notifiche e i menu, invece, sono standard.

Si ha poi la possibilità di avviare rapidamente la fotocamera con una doppia pressione del tasto accensione, rifiutare una chiamata girando il telefono su un lato o disattivare la suoneria quando si solleva il telefono per rispondere ad una chiamata. Le personalizzazioni terminano con le gesture, mentre il resto dell’interfaccia rimane invariato rispetto ad Android stock. E questa è senz’altro una buona cosa, anche perché la mancanza di modifiche all’interfaccia utente consente a Nokia di pubblicare costantemente aggiornamenti rapidi. Infatti, quando HMD ha lanciato i suoi primi dispositivi Android, ha dichiarato apertamente che avrebbe consegnato aggiornamenti tempestivi a tutti i suoi dispositivi, e devo dire che c’è sempre riuscita.

Leggi anche: Nokia 6 e Nokia 5 ricevono ufficialmente Android Oreo

Il software è basato su Android 7.1.1 Nougat aggiornato costantemente con le patch di sicurezza, uno dei pochi produttori a fornire patch mensili in tempi così rapiti. Giusto per fare un esempio, Samsung non è assolutamente in grado di farlo così bene nemmeno con i propri dispositivi di punta. In poche parole, se gli aggiornamenti sono di vostro interesse, il Nokia 6 è il dispositivo mid-range che di sicuro fa per voi.

Nokia 6 – Fotocamera

La fotocamera posteriore da 16 MP del Nokia 6 è migliore della maggior parte dei dispositivi in commercio nella sua stessa fascia di prezzo. Moto G5 Plus è uno dei protagonisti di questa categoria ma il Nokia 6 può reggere il confronto con il Redmi Note 4 e Honor 6X. Unico neo principale è il tempo necessario per scattare una foto: vi è infatti un notevole ritardo quando si preme il pulsante dell’otturatore prima di salvare l’immagine in galleria, in particolare quando si utilizza HDR.

Per quanto riguarda le foto scattate, in condizioni di buona luce vengono fuori con un sacco di dettagli, ma con luce scarsa sono prive di colori.

Conclusioni

Nokia 6 è disponibile ad un prezzo molto competitivo di € 249,99 anche se è possibile reperirlo molto spesso su Amazon a € 212,99. C’è da dire che, nonostante possa presentare molti lati positivi (primo fra tutti i frequenti aggiornamenti), la presenza dello Snapdragon 430 è una delusione non da poco. Le prestazioni, infatti, non sono altrettanto fluide di quelle che si ottengono su dozzine di dispositivi con lo Snapdragon 625 presenti nella sua stessa fascia di prezzo. Xiaomi Mi A1, ad esempio, viene venduto allo stesso prezzo e possiede un design premium con Android stock a bordo costantemente aggiornato.

Dunque se state cercando un dispositivo Nokia economico con un chipset Snapdragon serie 600, consigliamo di puntare su Nokia 7 Plus, in arrivo a breve nel nostro mercato. È infatti alimentato dallo Snapdragon 630 e, si spera, dovrebbe risolvere i problemi di prestazioni che affliggono il Nokia 6.

 

Due parole sull’autore del post…

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin da giovanissimo, appassionato di tecnologia e dell’ancora primordiale mondo di Internet, ho sviluppato una vera e propria passione per tutto ciò che riguardasse l’informatica.

Negli ultimi anni ho esplorato le logiche dell’alta tecnologia applicata alla Comunicazione, sviluppando un mio Sistema di gestione e strutturazione dei Media in ambito Business.

Gran parte del mio Metodo è stato strutturato grazie al Sistema di Marketing Strutturale di Rialzo Impresa, potendo così concepire un nuovo modo di eseguire il mio lavoro e l’efficacia verso gli Strumenti implementati nei Media dei miei Clienti.

Simone Scanu

Simone Scanu

Editor in chief

Fin da giovanissimo, appassionato di tecnologia e dell’ancora primordiale mondo di Internet, ho sviluppato una vera e propria passione per tutto ciò che riguardasse l’informatica.

Negli ultimi anni ho esplorato le logiche dell’alta tecnologia applicata alla Comunicazione, sviluppando un mio Sistema di gestione e strutturazione dei Media in ambito Business.

Gran parte del mio Metodo è stato strutturato grazie al Sistema di Marketing Strutturale di Rialzo Impresa, potendo così concepire un nuovo modo di eseguire il mio lavoro e l’efficacia verso gli Strumenti implementati nei Media dei miei Clienti.